Quarzo rosa

rozsakvarc

Direi che il quarzo rosa è la pietra per eccellenza dell’amore, quale sentimento puro e dolce, come l’amore materno e l’amor proprio. E’ una pietra che coccola e rassicura, dona serenità a chi lo indossa. Adatto molto a persone eccessivamente timide e incapaci di esprimere le proprie emozioni, stimola le relazioni sociali empatiche promuovendo compassione, solidarietà e comprensione.

pantone-il-2016-sara-lanno-del-rosa-quarzo-l-rjiohkAgisce molto bene su cuore e polmoni, assorbendo le energie negative, migliora il sistema circolatorio e rinvigorisce il sangue, elimina la confusione mentale, attenua gli squilibri emozionali e previene le malattie psicosomatiche rinvigorendo l’amor proprio e attenuando i sentimenti quali rabbia e odio e facendo sentire il soggetto al sicuro, come tra le braccia di sua madre.

Personalmente la sto riscoprendo, con la gravidanza prima e con la crescita di Melissa adesso; in particolare ho un ciondolo di questa pietra a forma di cuore che mi è stato regalato da mio padre e che a mia volta donerò a mia figlia quando sarà un po’ più grande.

PaganChallenge 03: Do you have an altar/shrine/sacred space?

Senza ombra di dubbio la risposta è si!

Su una mensola a casa ho provveduto ad installare il mio altare, credo sia stata una delle prime cose che ho fatto durante il trasloco, mi devo accontentare di una mensola ricavata nella parete nel soggiorno, ma appena avremo i soldi per completare l’ultimo piano della casa mi creerò una stanza dedicata solo a questo, una sorta di tempio/stanza meditazioni/sono-nel-mio-mondo-dimenticatevi-di-me. Ci sto fantasticando molto e non vedo l’ora di poter iniziare i lavori, ma per il momento non posso comunque lamentarmi. L’altare è per lo più statico, per i vari sabba/esbat aggiungo qualche piccola decorazione a tema, ma solo quando mi sento ispirata, per il resto credo si possa considerare suddiviso in due parti: a sinistra statua di Dea seduta sulla luna, le mani congiunte creano una cavità all’altezza del grembo e lì appoggio di solito pietre e altro da caricare, attualmente ho una statuetta stilizzata dono di quando mi son dedicata come Figlia della Grande Madre e un ciondolo di quarzo rosa a forma di cuore, regalo di mio padre che voglio amia volta donare a mia figlia quando compirà un anno, sulla statua ho messo anche il mala per le meditazioni in quarzo ciliegia e legno di ulivo, ai suoi piedi una punta di ametista e un incensiere, mentre alle sue spalle il megacero della Fiamma della Grande Madre delle Dolomiti ed il foglietto con la mia dedicazione. A destra è più o meno tutto dedicato ad Atena, ho un tempietto greco, nel cui centro ho messo dei rami di ulivo ed una sorta di “riunione di Dee intorno al fuoco” con varie statuette prese in Grecia e la rappresentazione di un labirinto. In alto, ma non ho una foto a portata di mano, ho un dipinto su legno di ulivo raffigurante Atena e con inciso un inno omerico.

Vado a cantare di Pallade Atena, guardiana della città, la terribile, coleri che con Ares si occupa di azioni bellicose, il saccheggio di città e del pianto battagliero di guerra; Ella salva i soldati come essi vengono e se ne vanno. Sii la benedetta, Dea, donami fortuna e buona salute.

Come sfondo ho alcune carte dell’oracolo dei druidi per la valenza simbolica degli animali in questa mia fase della vita, per la cronaca ho un’ape, un’oca ed una civetta, ma spiegarli sarebbe lungo e credo noioso anche da leggere.