Risveglio di Madre Orsa

16833439_10154453642672683_1567569304_o

Madre Orsa, ascolta il battito del mio cuore

Madre Orsa, fa’ che io ascolti il battito del tuo cuore.

 

All’unisono lenti e calmi battono nei nostri petti

Ci parlano del riposo dell’inverno

Ci parlano della calma delle lunghe notti

Ci parlano della profonda oscurità della grotta.

 

Qualcosa nell’aria sta cambiando

La luce filtra più chiara e calda fino a noi

I nostri sensi si risvegliano

Il mondo torna a popolarsi di energie frenetiche.

 

Ascoltiamo i nostri cuori: il loro suono è più forte e vibrante

Come lava incandescente il sangue scorre veloce nelle nostre vene

Sentiamo le nostre energie condensarsi e pulsare

La loro forza compressa aumenta cercando di manifestarsi.

 

Ecco la Madre Orsa che si sveglia dal letargo

Ecco che io mi sveglio dal letargo

In noi l’energia pulsa

Ribolle, divampa.

 

Rendiamo omaggio alla forza che è in noi

Alla vita che è in noi

Accompagnamo l’orsa fuori dalla grotta

Emergiamo alla luce del sole.

 

Che un urlo si liberi da ciascuna di noi!

artio

Ruota dell’anno

wheel-real

Ostara _ il Dio è legato alla sua forma animale, è il Cacciatore che rincorre la preda, la Dea sotto forma di Vergine, la raggiunge e la feconda, ma non rimane al suo fianco: ha troppo da esplorare e scoprire in questo nuovo mondo in continuo mutamento per potersi fermare.

Beltane _ la Dea è incinta, si trasforma in Madre e il Dio riconosce il compito che ha, di doverle star accanto in futuro, per ora accetta di sposarla, ma ricopre ancora il ruolo di Signore dei Boschi e continua il suo vagabondare.

Litha _ il Dio accetta il suo ruolo di compagno e lascia i boschi per divenire Re Sole e incarnazione delle energie del fuoco; così facendo lascia la sua mezzanatura animale per essere completamente umano.

Lughnasadh _ Sacrificio del Dio per mano della Dea, il sole è disceso sulla terra tramite lo spargimento del suo sangue che la fertilizza, celebra il raccolto e la morte del Dio che lo libera e lo rende pronto per conquistare il Regno degli Inferi. Accettando il sacrificio, il Re progredisce nel suo divenire Dio, se questo sacrificio non viene compiuto il Re diviene un tiranno corrotto che non ha più in cuore le responsabilità per la terra e il suo popolo, ma solo per sè stesso.

Mabon _ il Dio ritorna sulla terra, ma solo temporaneamente perchè il suo regno è quello degli Inferi; rapisce la Dea che discende con lui per condividere il suo trono. Il Dio ha bisogno dell’elemento femminile per essere completo e viceversa.

Samhain _ gli Dei regnano negli Inferi, la terra diventa sterile, ma nel suo grembo il seme del Dio continua a crescere, la gestazione è quasi finita. Nella morte gli Dei sono uguali tra loro, il Dio ha trasceso la sua natura animale, prima, e umana, poi, per essere puro spirito e la Dea ha appreso ogni Mistero ed è serena in attesa della nuova vita e di tornare nuovamente fertile, è contemporaneamente Madre e Anziana.

Yule _ nascita del Dio Bambino, la nuova generazione. Celebrazione del Figlio della promessa.

Imbolc _ ritorno della Dea dagli Inferi per rinnovare la terra, ella si separa dal figlio che rimane col padre negli Inferi per apprendere da lui fino ad Ostara.