Litha – erbe e giardino incantato

02172201

Per me Litha è collegato indissolubilmente al Popolo Fatato, mi rivedrei come un mantra “Sogno di una Notte di Mezza Estate” giusto per farvi capire come mi sento, e proprio in questi giorni mi sto godendo a pieno il mini giardino che ho e i suoi vari fiori colmi di colori e vita, col ronzio delle api e la calma dei ragni. Comunque, tutto questo preambolo era solo per introdurre una mia variante di un rito carino proposto proprio per Litha da Dorothy Morrison.

Preparate delle candele di cera ed erbe all’interno del Cerchio usando un foglio di cera (quello che si usa per far i telarini dei melari) cosparso di erbe secche, quelle che più vi sentite adatte a voi, oppure che vi servono per qualche intento in particolare; mettetevi uno stoppino sul borso ed arrotolatelo verso l’interno pronunciando qualcosa di simile:

Erbe e cera, unite sarannoc4461e2411c1cda068a6ce4598c53cdd

La mia magia vivere faranno.

Queste candele vi voglio offrire

Che il vostro immenso lavoro vadano ad alleggerire

A voi che ogni anno le stagioni riportate

Questo dono fatto con amore e allegria vi prego accettate.

 

6d07a8e9aa8726787def315e1a2e69a8Queste candele, offerte così agli spiriti dei boschi, andranno accese ad ogni cambio stagionale lasciando loro anche un’offerta in miele e latte.

A fate, elfi e folletti

A tutto il Popolo Fatato

Rivolgo un grazie illimitato.

Che benedetti siate.

 

Faeryandbee

 

 

Ruota dell’anno

wheel-real

Ostara _ il Dio è legato alla sua forma animale, è il Cacciatore che rincorre la preda, la Dea sotto forma di Vergine, la raggiunge e la feconda, ma non rimane al suo fianco: ha troppo da esplorare e scoprire in questo nuovo mondo in continuo mutamento per potersi fermare.

Beltane _ la Dea è incinta, si trasforma in Madre e il Dio riconosce il compito che ha, di doverle star accanto in futuro, per ora accetta di sposarla, ma ricopre ancora il ruolo di Signore dei Boschi e continua il suo vagabondare.

Litha _ il Dio accetta il suo ruolo di compagno e lascia i boschi per divenire Re Sole e incarnazione delle energie del fuoco; così facendo lascia la sua mezzanatura animale per essere completamente umano.

Lughnasadh _ Sacrificio del Dio per mano della Dea, il sole è disceso sulla terra tramite lo spargimento del suo sangue che la fertilizza, celebra il raccolto e la morte del Dio che lo libera e lo rende pronto per conquistare il Regno degli Inferi. Accettando il sacrificio, il Re progredisce nel suo divenire Dio, se questo sacrificio non viene compiuto il Re diviene un tiranno corrotto che non ha più in cuore le responsabilità per la terra e il suo popolo, ma solo per sè stesso.

Mabon _ il Dio ritorna sulla terra, ma solo temporaneamente perchè il suo regno è quello degli Inferi; rapisce la Dea che discende con lui per condividere il suo trono. Il Dio ha bisogno dell’elemento femminile per essere completo e viceversa.

Samhain _ gli Dei regnano negli Inferi, la terra diventa sterile, ma nel suo grembo il seme del Dio continua a crescere, la gestazione è quasi finita. Nella morte gli Dei sono uguali tra loro, il Dio ha trasceso la sua natura animale, prima, e umana, poi, per essere puro spirito e la Dea ha appreso ogni Mistero ed è serena in attesa della nuova vita e di tornare nuovamente fertile, è contemporaneamente Madre e Anziana.

Yule _ nascita del Dio Bambino, la nuova generazione. Celebrazione del Figlio della promessa.

Imbolc _ ritorno della Dea dagli Inferi per rinnovare la terra, ella si separa dal figlio che rimane col padre negli Inferi per apprendere da lui fino ad Ostara.