Il lamento delle Vivane (Anguane)

 

anguana1

Oh belle montagne, nostre magioni,

se gli uomini sapessero chi noi siamo

che governiamo salute, ricchezza e amore

non saremmo scacciate col cane.

 

Anno dopo anno abbiamo custodito l’alpe

l’uomo e gli armenti abbiamo protetto

dal male, dal pericolo, dal frutto avvelenato

e ora, ingrati, col cane ci hanno cacciate.

 

L’erba potente all’uomo abbiamo donato3110961336_ce8c396c01

radice di giovinezza e salute,

ma ormai da tempo pane novello più non riceviamo

noi ben affamate e percosse, lui ben pasciuto.

 

La nostra bellezza ai ragazzi abbiamo donato

in autunno al ballo e in mezzo ai fiori in estate

e in più con l’amore abbiamo rivelato l’amore

 

ed ora, ingrati, tutto hanno dimenticato.

 

Senza valore è ormai il nostro sapere

per l’uomo conta soltanto il possedere

e cieco e superbo egli va incontro al suo destino:

“per tutti carestia e guerra senza fine”.

 

traduzione in italiano del canto in ladino di F. Chiocchetti

 

PaganChallenge 05: What does this time of year mean to you?

Oh bhe, domanda quanto mai generica, ma sicuramente interessante. Vivo questo periodo come una passeggiata verso l’inverno. Se dovessi tradurre in immagine quello che sento dentro sarebbe proprio una passeggiata nel tardo pomeriggio lungo un sentiero in un bosco, circondata da tronchi neri e dalla danza delle foglie variopinte che scendono a ricoprire terra, roccia e radici, mi immagino anche la luce giallo dorata che lentamente si incupisce quasi ad assumere una consistenza densa… e mi sembra di sentir le note di una canzone dei Lingalad che mi accompagnano e, chissà, magari anche di scorgere qualche Ent che cammina lento in lontananza.

Quando Autunno immerge i boschi nella nebbia e porta lontano il sentiero

Sulle unide foglie screziate di rosso il piede si posa leggero

Quando è lungo il passo e profondo il pensiero

E il vento freddo il viso sfiora

Quando è lungo il passo e tortuoso il cammino

E il vento freddo il manto sfiora

Ritorna a me, ritorna da me

E di che è bella la mia dimora

 

fb_img_1474609129312

Amo l’autunno, mi porta a Samhain che è uno dei miei Sabba preferiti, in più nel bellunese settembre o ottobre donano delle giornate meravigliose e dei colori spettacolari, molto più che l’estate a mio avviso;  dentro mi sento più assopita e quasi meditabonda, ripenso all’anno appena trascorso, di far le considerazioni su ciò che ho fatto e cosa ho trascurato, di tirar le somme, ma al contempo accumulare idee e propositi in previsione del futuro. Poi, bhe, in maniera molto più frivola, son felice percè oggi è il mio compleanno e son più che felice della mia vita, con il mio compagno abbiamo costruito una famiglia che amo e da cui mi sento amata e nostra figlia cresce sana giorno dopo giorno nella casa che ci siamo comprati.

Purtroppo la pratica spirituale è stata un po’ accantonata, ma anche grazie a questa Challenge sto evitando di farla andare alla deriva e chissà che prima o poi non torni a tavolare o a celebrare in gruppo. Devo ammettere che mi sta mancando…